Stagione 2015 - 2016

sabato 9 luglio ore 21

 

Una scrittrice a pezzi

 

 

regia di Mariella Cesaroni

 

con Annarita Barbarossa, Simone Fragasso, Brenda Monticone Martini, Francesca Petrocelli, Massimo Vario, Dolores Wetzler

 

 

 

Teatro Ivelise presenta "Una scrittrice a pezzi", saggio di fine anno del corso di canto diretto da Mariella Cesaroni.   


Per i partecipanti al corso sarà l’occasione per presentare pubblicamente i frutti del lavoro svolto durante l'anno accademico.

 

martedì 28 giugno ore 21

 

Summer Follies Cabaret

 

 

con Miss Vampfire

dall'Acadèmie pour Femmes Lady Maeva e Baby Suer accompagnate dal debutto delle nuove allieve

special guest Giuditta Sin

 

 

 

 

Teatro Ivelise presenta “Summer Follies Cabaret”, spettacolo di Burlesque di fine corso con le allieve dell'Acadèmie pour Femmes.
Maestra di cerimonia dello show sarà Miss Vampfire, chanteuse e performer burlesque internazionale, nonchè insegnante del ciclo conclusivo del corso, che vi accompagnerà in un affascinante viaggio nelle atmosfere retro, sofisticate (ma anche irriverenti!) del cabaret dei tempi d'oro, strizzando l'occhio a Broadway e al cinema Hollywoodiano.
Insieme a Miss Vampfire saliranno sul palco le performer Lady Maeva e Baby Sour, che accompagneranno il debutto delle allieve dell'Acadèmie.
Ospite d'eccezione della serata sarà Giuditta Sin, star italiana del burlesque, che incanterà il pubblico con il suo stile delicato, sognante ed etereo.

 

venerdì 17 e sabato 18 giugno ore 21

 

Viaggio nel mondo dei morti

 

di Adriano Saleri e Mario Migliucci

liberamente tratto da Eugène Ionesco

regia Adriano Saleri

 

 

 

Teatro Ivelise presenta "Viaggio nel mondo dei morti", saggio di fine anno del corso di recitazione diretto da Adriano Saleri.    

"Un viaggio nella memoria, una discesa in lande desolate ai confini dello spazio e del tempo. Una moderna esplorazione dantesca in una zona a cavallo tra dormiveglia e aldilà. 
Un viaggio dove non possono esserci certezze definitive, dove il confine tra essere vivi o morti è facilmente oltrepassabile verso un oltretomba che non offre sicurezza o riscatto, dove i problemi che si avevano in vita, continuano a perseguitarci".
Queste sono le tematiche della riduzione di “Viaggi tra i morti” di Eugène Ionesco, a cura di Adriano Saleri e Mario Migliucci. 

Per i partecipanti al laboratorio sarà l’occasione per presentare pubblicamente i frutti del lavoro svolto durante l'anno accademico. Con la regia di Adriano Saleri e l'amichevole partecipazione di Giuliana Lia, Brenda Monticone Martini e Mario Migliucci. 

 

sabato 11 giugno ore 21

 

Italiane 100%

 

di Brunella Caronti e Alessio Ferrucci

con Brunella Caronti, Alessio Ferrucci, Federico Cesarini, Federico Cutrone,                                                                                Matteo Ferretti, Federica Flemma   

 

"Una serata tutta italiana, ricca di musica, racconti e risate, nella quale il discriminante è l'amore: finito bene, finito male, buffo, in procinto di nascere, insomma l'amore tutto italiano, ma in chiave ironica. 

Quattro voci, un pianoforte, una chitarra, per una serata leggera e divertente, alla quale non potete assolutamente mancare!"

 

 

domenica 5 giugno ore 21

 

Vacanze Romane in Swing

 

regia Brenda Monticone Martini

                                                                      con Laura Abbate, Fabio Orfanelli, Giuseppe Ciccone

 

Ritorna Vacanze Romane in Swing!
Il progetto di teatro – canzone dell’Associazione Culturale Allostatopuro vedrà risalire sul palco dell'Ivelise la performer Laura Abbate! 
La nuova stella sarà accompagnata da Giuseppe Ciccone e Fabio Orfanelli, diretti da Brenda Monticone Martini, per lo spettacolo di musica italiana estratta dall’epoca della Dolcevita, animata da siparietti d’altri tempi e ambientazioni da “vacanze romane”.
I Sonatori dell'Ivelise nascono grazie all’incontro tra la Direzione artistica dello stesso teatro e un gruppo di musicisti swing, entrambi con l’obiettivo di proporre e valorizzare le canzoni iconiche della musica Italiana d’antan. Insieme a loro basterà chiudere gli occhi per teletrasportarsi su una bicicletta con un foulard che svolazza sulla testa e dei grandi occhiali da sole… fino ad innamorarsi perdutamente di un sogno, che solo in questo luogo magico può essere vissuto.

 

domenica 29 maggio ore 21

 

Vacanze Romane in Swing

 

regia Brenda Monticone Martini

                                                                    con Mariella Cesaroni, Fabio Orfanelli, Giuseppe Ciccone

 

Ritorna Vacanze Romane in Swing!
Il progetto di teatro – canzone dell’Associazione Culturale Allostatopuro vedrà risalire sul palco dell'Ivelise, la performer Mariella Cesaroni! 
La nuova stella sarà accompagnata da Giuseppe Ciccone e Fabio Orfanelli, diretti da Brenda Monticone Martini, per lo spettacolo di musica italiana estratta dall’epoca della Dolcevita, animata da siparietti d’altri tempi e ambientazioni da “vacanze romane”.
I Sonatori dell'Ivelise nascono grazie all’incontro tra la Direzione artistica dello stesso teatro e un gruppo di musicisti swing, entrambi con l’obiettivo di proporre e valorizzare le canzoni iconiche della musica Italiana d’antan. Insieme a loro basterà chiudere gli occhi per teletrasportarsi su una bicicletta con un foulard che svolazza sulla testa e dei grandi occhiali da sole… fino ad innamorarsi perdutamente di un sogno, che solo in questo luogo magico può essere vissuto.

 

domenica 15 maggio ore 21

 

Vacanze Romane in Swing

 

regia Brenda Monticone Martini

                                                                 con Laura Abbate, Fabio Orfanelli, Giuseppe Ciccone

 

Ritorna Vacanze Romane in Swing!
Il progetto di teatro – canzone dell’Associazione Culturale Allostatopuro vedrà salire, per la prima volta sul palco dell'Ivelise, la performer Laura Abbate! 
La nuova stella sarà accompagnata da Giuseppe Ciccone e Fabio Orfanelli, diretti da Brenda Monticone Martini, per lo spettacolo di musica italiana estratta dall’epoca della Dolcevita, animata da siparietti d’altri tempi e ambientazioni da “vacanze romane”.
I Sonatori dell'Ivelise nascono grazie all’incontro tra la Direzione artistica dello stesso teatro e un gruppo di musicisti swing, entrambi con l’obiettivo di proporre e valorizzare le canzoni iconiche della musica Italiana d’antan. Insieme a loro basterà chiudere gli occhi per teletrasportarsi su una bicicletta con un foulard che svolazza sulla testa e dei grandi occhiali da sole… fino ad innamorarsi perdutamente di un sogno, che solo in questo luogo magico può essere vissuto.

 

sabato 14 maggio ore 21:30

 

Sospiri

 

Compagnia teratrale Maner Manush

 

Un viaggio nella Roma del 1800... un tuffo nel passato per riscoprire e ritrovare, attraverso musica e teatro, le proprie origini. 

La Compagnia Maner Manush vi accompagnerà in questo magico percorso con uno spettacolo musicale basato interamente su canzoni e racconti popolari romaneschi. 

 

 

6 e 7 maggio ore 21

 

Racconti di Primavera

 

di Marzia Badaloni

regia Brenda Monticone Martini

con Nadia Fregonas e Sara Religioso

 

“Primavera... rinascita della vita, palpiti sottili agitano l'animo. Come tutte le creature viventi, risvegliandoci, siamo di nuovo pronti a vivere, ricordare. Quanto è bello essere sempre nello spirito adolescente. in grado di emozionarci per amare di nuovo....in questa vita, la vita. Risvegliandoci a ricordare. Essere sempre pronti nello spirito” M. B.

 

sabato 2 aprile ore 21

 

Cabaret di Swing e Burlesque

 

con CreamyDolceVita, Miss Vampfire, la DolceVita Swing band

e le allieve dell'Acadèmie puor femmes di Teatro Ivelise

 

Lo spettacolo più richiesto dal pubblico dell'Ivelise. L'unione tra Creamy, Miss Vampfire e la DolceVita swing band porterà sul palco del nostro Teatro l'inebriante e spettacolare mix di teatro-canzone e burlesque, che farà vivere lo spettatore in epoche favolose. Tutto ciò arricchito dalla performance delle nuove e spumeggianti allieve dell'Acadèmie pour femmes di Teatro Ivelise.

 

sabato 19 marzo ore 20

 

Bussando alla porta di Einstein

 

di e con Adriano Saleri e Mario Migliucci
regia Giles Smith

 

In occasione della recente scoperta sulle onde gravitazionali già ipotizzate da Einstein, torna lo spettacolo "Bussando alla porta di Einstein, regia di Giles Smith, con Adriano Saleri e Mario Migliucci.

Un surreale incontro tra un giovane bibliotecario e Albert Einstein, in uno spazio-tempo alternativo dove incontrare Einstein, morto da cinquant'anni, è magicamente possibile. Proprio come il giovane bibliotecario, curioso delle leggi della fisica e mosso dalla voglia di capire, vogliamo invitare gli spettatori ad incontrare Einstein per farci accogliere da lui affinchè parli a noi, proprio a noi, per capire cosa ha da dirci ancora oggi, lui che aveva immaginato uno scenario in cui nella ricerca scientifica le sue teorie sarebbero state superate. Le sue orme ci indicano ancora la direzione da seguire per esplorare nuovi territori ed arrivare in un "altrove" finora ancora inaccessibile al pensiero umano.

Al termine dello spettacolo il Prof. Valerio Rossi Albertini si intratterrà con il pubblico del Teatro Ivelise per parlare di questa recente scoperta e per spiegare le teorie di Albert Einstein.

Tavola Rotonda a seguire con il Prof. Valerio Rossi Albertini - fisico del CNR -
e il fantasma di Einstein

 

domenica 13 marzo ore 19:30

 

Lebensessenz

Concerto di Pianoforte

 

di Newton Schner Jr


Nato nel 2004 dall'estro artistico di Newton Schner Jr, pianista autodidatta, Lebensessenz non è solo un concerto di pianoforte, ma un progetto di musica d’ispirazione neoclassica, romantica, minimalista. Gran parte delle sue composizioni si basa su visioni personali e sulla letteratura romantica. A oggi Lebensessenz ha all'attivo 12 album e dal 2010 la sua potenza sta risuonando in concerti internazionali e intercontinentali e il 13 marzo approderà nel nostro Teatro. Una meravigliosa "Passeggiata della domenica" per entrare in contatto con un grande artista e con la profondità della sua musica.

 

26 - 27 febbraio ore 21

28 febbraio ore 17

 

Osia

 

di Simone Polverini

regia Francesca Piersante

adattamento Simone Polverini e Francesca Piersante

con David Pinto, Isabella Di Raimondo, Jano Di Gennaro, Enrico Gargiulo, Giuseppe Di Pilla

costumi Claudia Barresi

 

"Religione, mitologia antica e fantascienza in un passato remotissimo. Dèi terrestri e non, amore umano e divino, un Dio combattuto tra il sentimento e la ragione al tempo di una terra dimenticata che avrebbe cambiato per sempre l'esistenza dell'essere umano."

 

19 - 20 febbraio ore 21
21 febbraio ore 19:30

 

Inverno

 

di Marzia Badaloni

regia Brenda Monticone Martini - Isabella Ripoli

con Luisa Casasanta e Sara Religioso

 

“L’inverno non è stagione del fare. La notte, il buio sono fuori di noi. La luce la conserviamo dentro il nostro essere al mondo. La natura, d’inverno, si ritira nel suo interno e fermenta, brucia, macera con i suoi tempi lunghi, ciò che non serve. E’ il mistero del tempo che trasforma noi stessi e il mondo che ci circonda” M. B.

 

12 febbraio ore 21
 

Karbo Anima Popolare

 

Concerto acustico tra sonorità rokkenfolk e cantautorali, con ballate dal testo disimpegnato contrapposte a brani di denuncia sociale tutto per un viaggio alla ricerca delle strade della nuova tradizione. Questo e di piú solo con Anima Popolare 

 

 

 

 

 

5- 6 febbraio ore 21
7 febbraio ore 17:30

 

Medea la straniera

 

di Luciano Bottaro

regia Stefano Villani

con Floriana Ferrer, Luciano Bottaro, Lara Pennacchini, Emanuele Guerrera, Damiano Palumbo, Tiziana De Amicis, Martina Pensa, Luca Della Torre, Gabriele Chiffi

 

Un testo insolito per una messinscena particolare, perché il vero problema che si ha da esseri umani ad affrontare un testo e un personaggio come Medea è quello di trovare una spiegazione al gesto, il più terribile, che è quello di porre fine alla vita della propria discendenza, un gesto per cui bisogna dimenticare di essere “umani”. In questa versione della Medea di Bottaro il gesto non lascia dubbi e non lascia spazio a nessuna interpretazione o desiderio di comprendere, perdonare, capire e giustificare un tale gesto. Una messinscena elegante e cruda allo stesso tempo, dove i ritmi tribali e “barbari” del cuore della protagonista si fondono con la stucchevole realtà di un paese che non le appartiene. La messinscena di Luciano Bottaro, traendo spunto da Muller, Seneca ed Euripide, vuole dare una nuova veste alla storia senza dimenticare l’origine della storia stessa. Con un finale liberatorio che non vuole sorprendere ne sbalordire ma che allo stesso tempo si avvicinerà alla verità proprio nel momento in cui se ne allontanerà maledicendola.

 

domenica 31 gennaio ore 18:30

 

Bussando alla porta di Einstein

 

di e con Adriano Saleri e Mario Migliucci
regia Giles Smith


Un surreale incontro tra un giovane bibliotecario e Albert Einstein, in uno spazio-tempo alternativo dove incontrare Einstein, morto da cinquant'anni, è magicamente possibile. Proprio come il giovane bibliotecario, curioso delle leggi della fisica e mosso dalla voglia di capire, vogliamo invitare gli spettatori ad incontrare Einstein per farci accogliere da lui affinchè parli a noi, proprio a noi, per capire cosa ha da dirci ancora oggi, lui che aveva immaginato uno scenario in cui nella ricerca scientifica le sue teorie sarebbero state superate. Le sue orme ci indicano ancora la direzione da seguire per esplorare nuovi territori ed arrivare in un "altrove" finora ancora inaccessibile al pensiero umano.

Tavola Rotonda a seguire con il Prof. Valerio Rossi Albertini - fisico del CNR -
e il fantasma di Einstein

 

4 - 5 dicembre

 

Il male in noi

 

regia Simone Arcadi
con Shanti Lombardo, Adele Dezi, Simone Arcadi

Zero ed Eva sono stati rinchiusi all’interno di un ospedale psichiatrico giudiziario, perché accusati e condannati di aver commesso omicidi di matrice satanica. Nella struttura è presente una stanza, la n°4. Chi vi entra ha solo due alternative: salvarsi o morire. E proprio quando i due stanno finalmente finendo di scontare la pena e sono in procinto di salvarsi, ecco che si ritrovano di nuovo a dover affrontare il loro passato. Un evento talmente improvviso da creare un effetto devastante sulle loro vite e sulle loro sorti.

 

28 novembre - 11 dicembre

 

Il mio Autunno

 

di Marzia Badaloni

regia Brenda Monticone Martini, Isabella Ripoli
con Luisa Casasanta, Sara Religioso

 

I racconti e le Poesie, dedicati dall'autrice alla stagione in corso, sono interpretati in modo assolutamente innovativo. Le due attrici, Luisa Casasanta e Sara Religioso, dirette da Brenda Monticone Martini e Isabella Ripoli, viaggiano tra parole ed emozioni, tra atmosfere e respiri, tra luci e ombre, per portare sulla scena l'idea che, secondo il pensiero della stessa autrice - "l'autunno della natura è una similitudine con la nostra vita. E' l'età del ritiro, della ricerca interiore. E' il periodo dell'anno più buio e misterioso, quello in cui ci si prenderà il tempo per ritrovare il proprio percorso di vita. Come i semi che protetti dall'oscurità, vedranno la luce in primavera".

 

21 - 22 novembre 

 

C'era una volta

 

regia Virginia Consoli
con Elisa Gestri, Virginia Consoli

 

La commedia grottesca propone una serie di monologhi, interpretati da Elisa Gestri e Virgnia Consoli che,attraverso le "fiabe", i "mondi alla rovescia" e il nuovo pianeta "Terra 2", oscillano dal comico al raccapricciante.

 

7 - 14 ottobre

4 novembre 

 

Vacanze Romane in Swing

 

regia Brenda Monticone Martini

 

Vacanze Romane in Swing, il primo progetto di teatro – canzone dell’Ass. Cult. Allostatopuro, vedrà due band alternarsi sul palco ogni mercoledì per tutta la stagione teatrale dell’Ivelise. 

Lo spettacolo all'insegna dello swing propone musiche italiane estratte dall’epoca della Dolcevita, animate da siparietti d’altri tempi e ambientazioni da “vacanze romane”.

I Dolcevita nascono grazie all’incontro tra la Direzione artistica dello stesso teatro e un gruppo di musicisti swing, entrambi con l’obiettivo di proporre e valorizzare le canzoni iconiche della musica Italiana d’antan. Insieme a loro basterà chiudere gli occhi per teletrasportarvi su una bicicletta con un foulard che svolazza sulla testa e dei grandi occhiali da sole… fino ad innamorarvi perdutamente di un sogno, che solo in questo luogo magico può essere vissuto.

 

1 - 2 - 3 ottobre

 

Le Passere Solitarie

 

di e con Cristina del Tin e Gaia Priscilla Petozzi

 

Le Passere Solitarie, liberamente tratto da "I MONOLOGHI DELLA VAGINA" di Eve Ensler. Uno spettacolo che vi farà divertire, commuovere e riflettere parlando di argomenti che purtroppo sono ancora considerati tabù. Lo spettacolo parla delle donne e delle loro vagine, attraversando diversi temi: sesso, stupro, amore, mestruazioni e orgasmi. La concezione alla base dell'opera è che la vagina sia per le donne non semplicemente un organo del proprio corpo, ma anche la rappresentazione della loro individualità.

 

29 settembre - 18 ottobre

 

Il Principio

 

di Marzia Badaloni         

regia Isabella Ripoli      -      con Luisa Casasanta e Sara Religioso

Ad aprire la nuova stagione del Teatro Ivelise è “Il Principio” di Marzia Badaloni, diretto da Isabella Ripoli.
Lo spettacolo di Teatro-Poesia, prodotto in collaborazione con l’Ass. Cult. Allostatopuro, è un evento unico, dove parola ed emozioni diventano protagoniste assolute della serata. Il piccolo e prezioso teatro, all’ombra del Colosseo, apre le porte al nuovo anno con “Il Principio”, raccontando il fascino della nascita dell’Universo e dei miti, facendosi portavoce e testimone di simile, arcaica bellezza. Lo spettacolo è, dunque, la messa in scena teatrale di testi inediti della scrittrice, ma anche e soprattutto del suo percorso di poesia e di vita. Infatti, come ha affermato la stessa Badaloni – «quest’esperienza teatrale è la presentazione non di un libro, ma della mia evoluzione poetica, di trent’anni di attività artistica, che ho l’onore di condividere con il pubblico».
Ad affiancarla sul palcoscenico ci sono due giovani attrici emergenti, Luisa Casasanta e Sara Religioso, che danno vita a questi versi, trasformandoli in vissuti concreti e profondi, in alcuni dei quali lo spettatore ritrova sé stesso e la propria esperienza.