COACHING ONLINE DI SCRITTURA CREATIVA

Vuoi scrivere un romanzo, una sceneggiatura, uno spettacolo teatrale, ma sei caduto nello sconforto? Stai lavorando al materiale per partecipare ad un concorso di scrittura, ma non sai da dove iniziare a revisionare il tuo testo? Hai tante idee ma non riesci a comprendere su quale sia il caso di investire e come organizzarle per farle crescere in storie compiute?

Il Coaching online di Scrittura Creativa, diretto da Annalisa Elba, organizzato in collaborazione con l'Associazione Drakkar – Arti Sceniche, ti dà l'oppurtunità di creare un percorso personalizzato, che andrai a studiare insieme alla tua coach, considerando obbiettivi e necessità individuali! Potrai prenotare i tuoi appuntamenti online di writer coaching nei giorni e negli orari comodi per te!

insegnante adriano saleri

Annalisa Elba

Sceneggiatrice, Drammaturga e Autrice

 

Annalisa Elba è una sceneggiatrice, drammaturga e autrice televisiva. Vive a Roma.
Nasce a Putignano, in provincia di Bari, nel 1986, ma lascia la Puglia subito dopo il diploma di maturità classica. Frequenta l'Università in Toscana, a Siena, dove nel 2008 si laurea con lode con una tesi in Teorie e Tecniche del linguaggio cinematografico. Negli stessi anni inizia, in ambito universitario, a frequentare corsi di scrittura creativa. Si specializza nel 2010 all'Università di Pisa in Cinema, Teatro e Produzione Multimediale, con una tesi in Teoriche dell'audiovisivo.
Pochi giorni dopo la seduta di laurea è a Roma per frequentare il corso di sceneggiatura del Centro Sperimentale di Cinematografia. Negli anni trascorsi a Cinecittà scrive cortometraggi, lungometraggi, serie tv, radiodrammi e monologhi per il teatro. Conclude gli studi nel 2013 firmando il cortometraggio Lievito Madre, diretto da Fulvio Risuleo, che si classifica al terzo posto nella sezione Cinéfondation del Festival di Cannes 2014.
Nel 2015 collabora alla scrittura del programma Rai Sconosciuti, prodotto dalla Stand By Me e si avvicina alla narrazione di tipo documentario. Lavora per diversi programmi della stessa produzione e non smette, intanto, di scrivere per il cinema: nel 2014 il suo soggetto di lungometraggio L'infiltrata riceve una segnalazione al Premio Solinas. Segue La Malaerba, regia di Mirco Valenza, cortometraggio che la riporta nel suo paese natale per raccontare la storia di una giovane donna alla riscoperta delle proprie radici e istintualità. Il cortometraggio debutta in anteprima al Giffoni Film Festival 2016.
Nello stesso anno inizia la collaborazione come autrice di uno dei programmi di punta di Real Time, Il Boss delle Cerimonie (B&B Film). Scrive anche la prima stagione del sequel, Il Castello delle cerimonie e collabora in redazione al docu- reality Scomparsi e allo speciale Il caso Emanuela Orlandi (B&B Film, A+E Networks).
Per la casa editrice Dino Audino cura la raccolta antologica Ruoli Maschili (con Roberto Moliterni e Claudio Maccari, 2015). Diventa co-fondatrice e direttrice artistica dell'Associazione Culturale Drakkar-Arti Sceniche, giovane realtà teatrale romana.
Nel 2017 approfondisce la scrittura seriale americana, frequentando il workshop con lo showrunner Neil Landau organizzato a Roma dalla UCLA e torna alla ricerca teorica lavorando al primo manuale italiano di scrittura tecnica sulla sceneggiatura, Formattare la sceneggiatura (con Roberto Moliterni e Claudio Maccari, Dino Audino Editore, 2018). Inizia nello stesso periodo a condurre laboratori di scrittura creativa.
Nel 2018 è una tra i 10 partecipanti del corso di Alta specializzazione Scrivere Cinema organizzato da Lucca Film Festival e Europa Cinema. Nello stesso anno esordisce come drammaturga con Fridericus (regia di Simone Ruggiero, debutto al Festival In Divenire 2018), testo ispirato alla figura dell'imperatore Federico II, e Sole (regia di Simone Ruggiero, debutto al Teatro Ivelise di Roma), un atto unico tutto al femminile, ironico ritratto della sua generazione fra disturbi d'ansia, incertezze e dipendenza dalla tecnologia.

Nel 2019 il suo progetto di lungometraggio Alfonsina 72 (scritto con Roberto Moliterni) è uno dei
vincitori del Bando Contributi Selettivi MIBACT per la scrittura della sceneggiatura.