Direzione

Brenda Monticone Martini

Direttrice Artistica         

Brenda Monticone Martini

Attrice, Regista, Architetto, Maestro d'Arte e Giornalista.

 

Progettista dal 2002, collabora con importanti studi di Architettura romani ed esercita la professione in ambito internazionale. Pubblicista dal  2000, conduce in diretta il radiogiornale di MondoradioCentroitalia e di Mediarch, radio dell'Ordine degli Architetti di Roma. La passione per l'arte e  la comunicazione si fondono nel 2010 con la recitazione. La sua formazione artistica da Attrice inizia nel 2011 nella scuola di Beatrice Bracco e attraversa diversi workshop con insegnanti del calibro di Edoardo Leo, Alessandro Borghi, Sergio Rubini, Andrea Costantini, Vincent Riotta e Susan Batson. Dal 2011, si iscrive all'Associazione Metis Teatro, che  la vede impegnata per 5 anni, parallelamente al suo percorso formativo, sotto la regia di Alessia Oteri,  in spettacoli teatrali del panorama capitolino. Dal 2017 entra a far parte del Laboratorio delle Arti Sceniche di Massimiliano Bruno che la vede impegnata a tutt'oggi nella sua crescita formativa.
Dal 2012 iniziano le sue prime esperienze cinematografiche come Attrice, Autrice e Regista.
Vince il premio come "Migliore Attrice" del Vulcano Film Festival, edizione 2018, in
"Scheletri nell'armadio", corto Horror di Marta Gervasutti (definita dalla Commissione "interpretazione intensa" del ruolo di Samantha).

Dal 2014 cura la Direzione Artistica del Teatro Ivelise. Da quì si dedica con successo all'ideazione, alla produzione e alla regia  di alcuni dei progetti artistici più significativi dello storico teatro.
Dal 2015 produce e dirige l'IveliseCineFestival, festival di corti e documentari da lei ideato.

E-mail    allostatopuro.associazione@gmail.com ( Amministrazione )
               segretria@teatroivelise.it 
( Didattica )

 

miriam bocchino

Ufficio Stampa e Coordinamento

Miriam Bocchino

Giornalista, Ufficio Stampa

 

Consegue nel 2012 la Laurea triennale in Comunicazione e DAMS e nel 2014 la Laurea magistrale in Management e Comunicazione d’Impresa, indirizzo Pubblicità e Marketing.

Al termine del percorso accademico vince il bando per partecipare al Corso di Alta Formazione in Dematerializzazione Sicura che termina nel 2016 con il conseguimento della specializzazione.

Nel febbraio 2017 fonda la webzine Different Magazine e nel settembre 2018 crea “L’Altrove Ufficio Stampa”.
Da qui inizia la collaborazione con il Teatro Ivelise, sia come Ufficio Stampa che come Coordinatrice di progetti importanti (tra questi ricordiamo la IV e la V Edzione dell'Ivelise Cine Festival).

Nel mese di ottobre 2019 ottiene il “Premio Speciale per la Comunicazione del Festival Internazionale di Montecatini Terme" (il festival di cortometraggi più antico d’Europa).

Nel gennaio 2022 diviene Giornalista pubblicista.

E-mail   ivelise.press@gmail.com

miriam bocchino

Coordinatrice Artistica dell'IveliseCineFestival

Marina Pavido

Critica cinematografica

 

Dopo la laurea in Lingue Moderne, Letterature e Scienze della Traduzione presso l’Università La Sapienza di Roma, si diploma in regia e sceneggiatura presso l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma.

 

Ha preso parte al workshop di critica cinematografica presso il Centro Sperimentale di Cinematografia diretto da Flavio De Bernardinis, oltre ad aver partecipato a numerosi altri corsi riguardanti la Settima Arte.

Autrice di brevi cortometraggi e videoinstallazioni, nel 2013 inizia a scrivere di cinema con il blog Entr’Acte, per poi iniziare a collaborare con il quotidiano Roma e con le testate Cabiria Magazine, CineClandestino.it, Mondospettacolo, Raccontardicinema e Asbury Movies.

Marina ha iniziato a collaborare con il Teatro Ivelise nel 2017. Appassionata di cinema nordeuropeo, nel febbraio 2019 fonda la rivista Cinema Austriaco.

E-mail   ivelise.progetto@gmail.com

francesca foglietta

Responsabile Tecnico        

Francesca Foglietta

Tecnico luci.

 

Nel 2013 consegue il diploma di tecnico del suono presso la Spray Records Servizi di Moscufo ,provincia di Pescara. A fine dello stesso anno si trasferisce a Roma per intraprendere la carriera di tecnico. Dopo la conoscenza di esperti nel settore,grazie alla loro disponibilità e all'impegno per la realizzazione del suo desiderio di far parte del panorama artistico, decide di approfondire le sue conoscenze in ciò che riguarda l'illuminazione teatrale. Si inserisce così nell'ambiente teatrale romano e da allora ne fa parte a tempo pieno.