GIURIA DI ESPERTI

Presidente della Giuria di Esperti

MASSIMILIANO BRUNO - Regista, Sceneggiatore e Attore

Massimiliano Bruno, nasce a Roma, il 4 giugno del 1970 ed intraprende la formazione artistica, in ambito teatrale, subito dopo la maturità.
Sceneggiatore, commediografo, attore, regista teatrale e cinematografico, è riconosciuto come un artista dalla personalità dinamica ed eclettica.

Al cinema fa il suo esordio alla regia nel 2011 con il film “Nessuno mi può giudicare”, interpretato da Paola Cortellesi, Raoul Bova e Rocco Papaleo con il quale ottiene 5 candidature al David di Donatello e vince il Nastro d'Argento per la miglior commedia. Nel 2012 è autore, regista e interprete nel film “Viva l'Italia”, che ottiene due candidature al David di Donatello, con protagonisti Michele Placido, Ambra Angiolini, Raoul Bova, Alessandro Gassmann e Rocco Papaleo.

Tra il 2014 e il 2015 scrive, dirige e interpreta il film “Confusi e Felici” ed è autore e regista in “Gli ultimi saranno ultimi”. Nel 2017 esce nelle sale il film da lui scritto e diretto “Beata Ignoranza”, con interpreti Alessandro Gassmann, Marco Giallini, Valeria Bilello, Carolina Crescentini, Teresa Romagnoli e Guglielmo Poggi.

È autore di molte sceneggiature di successo, tra cui “Notte prima degli esami”  e “Ex”, entrambi candidati ai David di Donatello per la miglior sceneggiatura.  Scrive “Maschi contro femmine” per la regia di Fausto Brizzi, “Questa notte è ancora nostra” per la regia di Paolo Genovese e Luca Miniero, “Tutti contro tutti” per la regia di Rolando Ravello e “Buongiorno papà” per la regia di Edoardo Leo.

Come attore prende parte a “Tutti contro tutti” per la regia di Rolando Ravello, a “Maschi contro femmine” per la regia di Fausto Brizzi, a “Boris il film”, per la regia di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre,e Luca Vendruscolo, a “L’Ispettore Coliadro” in onda su Rai 2, e a numerosi altri progetti cinematografici, teatrali e televisivi di successo.

Per il teatro scrive, in collaborazione con Paola Cortellesi, 3 commedie: "Cose che capitano" e "Ancora un attimo" , che lo vede anche nel ruolo di interprete, e "Gli ultimi saranno gli ultimi" vincitore di numerosi riconoscimenti come il “Premio ETI - Gli olimpici del teatro”, il prestigioso “Premio della critica 2006” e il premio “Anima”.

Numerosi riconoscimenti di pubblico e critica vanno anche al monologo "Zero" da lui scritto e interpretato e diretto da Furio Andreotti, ad Agostino" interpretato da Rolando Ravello e Alessandro Mannarino e diretto da Lorenzo Gioielli e a "Ti ricordi di me?" interpretato da Ambra Angiolini ed Edoardo Leo per la regia di Sergio Zecca.

Il suo ultimo progetto teatrale è” Sogno di una notte di mezza estate”, di cui è regista, con interpreti Stefano Fresi, Paolo Ruffini e Violante Placido, in scena al teatro Eliseo di Roma a gennaio 2018.

Per la televisione scrive “I Cesaroni”,” Quelli che il calcio”, “Non ho l'età”. Conduce varie trasmissioni televisive tra le quali “Saturday Night Live” per La7 e “80º minuto” per FX. 

In uscita il suo ultimo film "Non ci resta che il crimine" con Edoardo Leo, Marco Giallini, Alessandro Gassman, Gianmarco Tognazzi e Ilenia Pastorelli.
Attualmente dirige la sua scuola "Laboratorio di Arti Sceniche di Roma".

VOLFANGO DE BIASI - Regista e Sceneggiatore

Volfango De Biasi, nato a Roma il 22 febbraio 1972, è un regista e sceneggiatore italiano.

 

Dopo aver studiato recitazione fra Parigi e Los Angeles ha iniziato la sua carriera nel mondo del cinema dirigendo un segmento del film a episodi “Esercizi di stile” del 1996 intitolato “Senza uscita”.

 Dopo aver diretto alcuni cortometraggi, video musicali e documentari tra cui Matti per il calcio nel 2006, dirige nel 2007 il film con Nicolas Vaporidis e Cristiana Capotondi, Come tu mi vuoi. Di quest’ultimo e del successivo “Iago”, sempre con Nicolas Vaporidis e Laura Chiatti, Mondadori ha pubblicato i romanzi omonimi.

 Nel 2010 è sceneggiatore del pluripremiato Venti sigarette, nel 2012 del film campione di incassi Colpi di fulmine di Neri Parenti, vincitore del Biglietto d'oro mentre nel 2013, sempre di Neri Parente, dell’opera Colpi di fortuna, nuovamente vincitore del Biglietto d'oro. Nel 2014 scrive e dirige il film natalizio Un Natale stupefacente con Lillo & Greg e Ambra Angiolini mentre nel 2015 Natale col boss con Lillo & Greg, Paolo Ruffini, Francesco Mandelli e Peppino di Capri. Nel 2016 si dedica a Natale a Londra - Dio salvi la regina con Lillo & Greg, Nino Frassica e Paolo Ruffini. Sempre nel 2016 presenta alla Festa del Cinema di Roma Crazy for Football e con lo stesso vince il David di Donatello e la Menzione Speciale ai Nastri d'Argento per il Miglior Documentario 2017. In seguito nel 2018 partecipa all'organizzazione del secondo mondiale per persone con problemi di salute mentale Dream World Cup 2018.

Ha insegnato sceneggiatura presso l'università La Sapienza e l'Istituto Europeo di Design.

ALESSANDRO PESCI - Direttore della Fotografia

Alessandro Pesci nasce a Roma il 9 ottobre del 1960.

Si forma negli anni ‘80 alla Scuola di Cinema della Gaumont diretta da Renzo Rossellini e successivamente presso la University of Southern California dove raggiunge Valerio Valongo per le riprese di “Dreamcity" (Thesis Film).

 Aspira al cinegiornalismo, al documentario ma intanto diventa uno spettatore “professionista”.

 Grazie a questa passione per il Cinema, la Fotografia, al fascino della stampa in camera oscura, al gioco della luce, inizia ad occuparsi di Fotografia Cinematografica.

Nel suo percorso professionale lo vediamo al fianco di Peter Del Monte, Carlo Mazzacurati, Paolo Virzì, Nanni Moretti, Antonello Grimaldi, Valerio Jalongo, Wilma Labate, Massimiliano Bruno, Edoardo Leo e molti altri.

Considera “Baci e Abbracci” di Paolo Virzì, il suo primo punto di svolta professionale il secondo arriverà con “Viva l’Italia” di Massimiliano Bruno e con il passaggio alla ripresa dalla pellicola al digitale.

E’ stato candidato al David di Donatello per la fotografia de “N (Io e Napoleone)” di Paolo Virzì nel 2007, “Caos Calmo” 2008 e “Habenus Papam” 2012.

Per “Caos Calmo” di Antonello Grimaldi viene premiato con il Ciak d’Oro e per “Habemus Papam” di Nanni Moretti, vince il Nastro d'Argento alla migliore Fotografia.

Fa parte dell'Associazione AIC-IMAGO (Associazione Italiana Autori della Fotografia Cinematografica) e considera la passione per il suo lavoro un vero privilegio.

MASSIMO INTOPPA - Direttore della Fotografia

La sua carriera professionale inizia collaborando a più di 80 film, documentari e pubblicità, di produzione sia italiana che straniera, come assistente operatore prima, e poi come operatore di macchina.

In questo percorso ha affiancato registi del calibro di M. Ponzi, G.Battiato, D.Argento, F. Zeffirelli, F. Fellini, T. Gilliam, J. Skolimoski, E. Scola, L. Odorisio, D. Lucchetti, N. Moretti, P. Quartullo, C. Millera, A. Grimaldi, C. Camarca, A. Albanese.

Nel 1998 ha debuttato come Direttore della Fotografia e lo ricordiamo in numerosi film e telefilm, come: “Furore” di A. Inturri, "Onore e rispetto" regia di A. Inturri, "Il peccato e la vergogna" regia di A. Inturri, "Caterina e le sue figlie" regia di A. Benvenuti, "Distretto di Polizia" regia di Grimaldi e M. Vullo. Inediti. “La Dottoressa Giò” di A. Grimaldi; “Il grande salto” di G. Tirabassi; “Furore 2” di A. Inturri.

Tra i cortometraggi ricordiamo:

Il Premio Nastri d'Argento 2008: "Forme" regia di S. Viali,

Vincitore David di Donatello 2005: "Lotta libera" regia di S. Viali

1° Premio per la Fotografia Festival di Trevignano 1998: "Due Bamboline Rosse" regia di A. Ingargiola

1° Premio Los Angeles Italian Film Award 2000 e Nastri d'Argento 1999: "Alice dalle 4 alle 5" regia di G. Zarantonello

Collabora anche come Light Designer per spettacoli teatrali per la regia di A. Fassari, D. Costantini, N. Orlandi, D. Morozzi, M. Spaggiari.

Si dedica all'insegnamento tenendo un corso di "Fotografia CineTelevisiva" presso la NUCT di Roma, un Corso sull'Audiovisivo per la Regione Friuli Venezia Giulia a Trieste e dirigendo un master class "Illuminazione nelle serie TV", Le giornate della luce e collabora con la Placa Accademy.

LUCA ANGELETTI - Attore, Cantante, Sceneggiatore e Regista.

Luca Angeletti, nato a Roma il 24 giugno del 1974, è un attore, interprete, cantante, sceneggiatore e regista italiano.

Dopo essersi diplomato alla scuola di teatro "Il circo a vapore", ha seguito vari stage di approfondimento per la recitazione teatrale, cinematografica e per la danza. Angeletti spazia dal palco al grande schermo. Lo ricordiamo nel 2001, nello spettacolo teatrale “Nessuno” di Massimiliano Bruno, nel 2011 in “ Alla fine lui muore” monologo di Daniele Prato, nel 2014- 2018 “Finchè giudice non ci separi” di Augusto Formari ; sul grande schermo ha fatto parte del cast di “Promessa d'amore”, di “Una talpa al bioparco”e di “13dici a tavola”, tutti del 2004; nel 2010 lo vediamo in “Scusa ma ti chiamo amore” di Federico Moccia; nel 2014 in “Un matrimonio da favola” di Carlo Vanzina; nel 2017 in “Beata ignoranza” di Massimiliano Bruno; nel 2018 in “Come un gatto in tangenziali” di Riccardo Milani.

Ha interpretato diversi ruoli in varie fiction , sia della Rai che di Mediaset, da ricordare: La buona battaglia - Don Pietro Pappagallo, Nati ieri e Il capo dei capi dove interpreta la parte del killer Pino Greco Scarpuzzedda. Tra il 2008 e il 2010 è nel cast della serie televisiva di Rai Uno, Tutti pazzi per amore, nel ruolo di Giulio. Nell'estate del 2009 ha registrato una puntata zero de Il pranzo è servito.

Sempre nel 2010 appare nel video del singolo Domino del gruppo italiano The Bloody Beetroots. Nel 2014 partecipa al film Lucy con Scarlett Johansson interpretando uno dei corrieri che possiedono la droga; nel 2015 in “L’angelo di Sarajevo” di Enzo Monteleone; nel 2017 lo vediamo in “Il sogno di Rocco” di Marco Montecorvo.

Come regista lo ricordiamo, invece, nella direzione del cortometraggio “Il primo giorno”, premiato nel 2004 al Giffoni Film Festival. A breve in uscita un’altra opere cinematografica da lui diretta: “Andrà tutto bene”.

In ambito capitolino è noto come uno dei membri del rinomato gruppo musicale folk romano "L'orchestraccia”, in particolare una delle voci della band.

Dal 1997 Angeletti si dedica parallelamente anche all’insegnamento, partendo da collaborazioni con licei e scuole di teatro, fino alla strutturazione di laboratori dedicati a percorsi da lui studiati e collaudati. Tra questi ricordiamo “Il viaggio dell’Eroe” nella scuola romana di Massimiliano Bruno e il Laboratorio “Psicopatologia ed altre nevrosi della vita quotidiana”, dedicato allo studio di personaggi di vita quotidiana.

MARTA GERVASUTTI - Regista e Sceneggiatrice

Marta Gervasutti nasce a Milano il 13 Gennaio 1979. Dopo essersi diplomata in lingue straniere frequenta la Civica Scuola di Cinema e dei nuovi Media di Milano e si diploma in regia e sceneggiatura.

Inizia la sua carriera da regista nel 2002 realizzando il cortometraggio “Cose perdute” apprezzato in numerosi festival internazionali. Realizza poi, in qualità di regista e sceneggiatrice “Fiore d’Antartide”, cortometraggio ritenuto di interesse culturale nazionale ed il suo primo lungometraggio “Nuvole basse d’Agosto”, anch’esso ritenuto di interesse culturale nazionale.

Parallelamente alla carriera cinematografica porta avanti esperienze come montatrice e mixer video in emittenti televisive nazionali, come Rai, MTV e Tele Lombardia.

Nel 2006 si trasferisce a Roma, lavorando come aiuto regista in diversi film nel circuito indipendente, collaborando con i registi Renato Giordano, Victor Rambaldi e Stefano Calvagna. Nel 2009 decide di approdare anche nel settore del casting e con Simona Tartaglia fonda la società S&MCasting. Insieme realizzano casting di fiction come: ” Terra Ribelle”, “Il Restauratore”, “Dove la trovi una come me?”, collaborando con i registi Cinzia TH Torrini, Giorgio Capitani, Salvatore Basile.

Successivamente collabora anche col casting director Roberto Bigherati per la realizzazione del cast del film “Un fantastico via vai” di Leonardo Pieraccioni e la fiction ” Il Restauratore2″.

Nel 2012 decide di riprendere la sua carriera da regista, girando il cortometraggio “La Voce del Passato” che la porta al mercato internazionale di Cannes ed il suo secondo lungometraggio “Per Gioco o per Caso”. Nel 2013 firma come regista ed autrice i programmi “Mode e Modi” e “Mode e modi Food”, per La7.

Da allora le carriere da regista e da casting director si sviluppano parallelamente, lavorando con case di produzione nazionali ed internazionali, stringendo una collaborazione da casting associata con la casting director Teresa Razzauti e continuando a realizzare prodotti per l’audiovisivo.

Da due anni ha creato il canale YouTube “Tutorial per Attori” per poter consigliare gratuitamente tutti coloro che desiderano approcciarsi al mondo del casting.