Corsi di Scrittura Creativa Online

corso di dizione

I corsi di scrittura creativa online, diretti dall'autrice e sceneggiatrice Annalisa Elba, organizzati in collaborazione con l'Associazione Drakkar – Arti Sceniche, sono rivolti a tutti coloro che vogliono migliorare la loro esperienza di scrittura, ma anche a chiunque senta di avere qualcosa da raccontare e non ha ancora trovato le parole giuste per farlo. L'obiettivo del lavoro non è tanto imparare le tecniche narrative dei diversi generi quanto scoprire (e liberare) la dimensione creativa                                                   innata in ognuno, il pensiero divergente sulla realtà. In partenza 2 format estivi di                                               percorsi online:

 

 

CORSO DI SCRITTURA "DALL'IDEA ALLA STORIA"

“L’idea è come l’erba. Brama la luce, ama le folle, s’irrobustisce con gli incroci, cresce più forte se la si calpesta”. Sono parole della celebre scrittrice di fantascienza americana Ursula Le Guin che esprimono bene il percorso che faremo in questo corso di scrittura creativa. Comodamente da casa andremo a cercare i prati migliori della nostra fantasia, impareremo a riconoscerli e soprattutto a farli crescere, perché l’idea non è di per sé una buona storia, ma lo diventa con la cura e la pazienza. Alla fine avremo tutti un nuovo piccolo giardino.

 

CORSO DI SCRITTURA "LAVORARE SUI PERSONAGGI"

 Quali sono le caratteristiche dei personaggi letterari, del cinema o del teatro, per noi indimenticabili? Da questa domanda solo apparentemente semplice prenderà il via questo corso di scrittura rivolto ad approfondire la propria consapevolezza del lavoro creativo sui personaggi. Ci eserciteremo sulla capacità di immaginare i loro percorsi emotivi, i loro sbagli, i loro desideri più profondi. Poi proveremo a farli interagire con gli altri, scopriremo il mondo dentro il quale vivono e li lasceremo solo quando saranno pronti per affrontare la loro - o, meglio, la nostra - storia.

 

IN PROGRAMMA

 

CORSO DI SCRITTURA "DALL'IDEA ALLA STORIA"
>> mercoledì 27 maggio 2020 - ore 18,00 lezione gratuita introduttiva al corso

     lunedì 1 giugno, ore 18 - 20

     mercoledì 3 giugno, ore 18 - 20

     lunedi 8 giugno, ore 18 - 20

     mercoledì 10 giugno, ore 18 - 20

     lunedì 15 giugno, ore 18 - 20

     mercoledì 15 giugno, ore 18 - 20

                                                 

- CORSO DI SCRITTURA "LAVORARE SUI PERSONAGGI"

>> lunedì 22 giugno 2020 - ore 18,00 lezione gratuita introduttiva al corso                                                     mercoledì 24 giugno, ore 18 - 20

    lunedì 29 giugno, ore 18 - 20

    mercoledì 1 luglio, ore 18 - 20

    lunedì' 6 luglio, ore 18 - 20

    mercoledì 8 luglio, ore 18 - 20

    lunedì 13 luglio, ore 18 - 20


Per info e iscrizioni

contatta la segreteria del Teatro Ivelise

scrivendo a segreteria@teatroivelise.it

o chiamando lo 06.89527016



Al termine del corso sarà rilasciato,

su richiesta,

l'Attestato di Frequenza

 



insegnante adriano saleri

Annalisa Elba

Sceneggiatrice, Drammaturga e Autrice

 

Annalisa Elba è una sceneggiatrice, drammaturga e autrice televisiva. Vive a Roma.
Nasce a Putignano, in provincia di Bari, nel 1986, ma lascia la Puglia subito dopo il diploma di maturità classica. Frequenta l'Università in Toscana, a Siena, dove nel 2008 si laurea con lode con una tesi in Teorie e Tecniche del linguaggio cinematografico. Negli stessi anni inizia, in ambito universitario, a frequentare corsi di scrittura creativa. Si specializza nel 2010 all'Università di Pisa in Cinema, Teatro e Produzione Multimediale, con una tesi in Teoriche dell'audiovisivo.
Pochi giorni dopo la seduta di laurea è a Roma per frequentare il corso di sceneggiatura del Centro Sperimentale di Cinematografia. Negli anni trascorsi a Cinecittà scrive cortometraggi, lungometraggi, serie tv, radiodrammi e monologhi per il teatro. Conclude gli studi nel 2013 firmando il cortometraggio Lievito Madre, diretto da Fulvio Risuleo, che si classifica al terzo posto nella sezione Cinéfondation del Festival di Cannes 2014.
Nel 2015 collabora alla scrittura del programma Rai Sconosciuti, prodotto dalla Stand By Me e si avvicina alla narrazione di tipo documentario. Lavora per diversi programmi della stessa produzione e non smette, intanto, di scrivere per il cinema: nel 2014 il suo soggetto di lungometraggio L'infiltrata riceve una segnalazione al Premio Solinas. Segue La Malaerba, regia di Mirco Valenza, cortometraggio che la riporta nel suo paese natale per raccontare la storia di una giovane donna alla riscoperta delle proprie radici e istintualità. Il cortometraggio debutta in anteprima al Giffoni Film Festival 2016.
Nello stesso anno inizia la collaborazione come autrice di uno dei programmi di punta di Real Time, Il Boss delle Cerimonie (B&B Film). Scrive anche la prima stagione del sequel, Il Castello delle cerimonie e collabora in redazione al docu- reality Scomparsi e allo speciale Il caso Emanuela Orlandi (B&B Film, A+E Networks).
Per la casa editrice Dino Audino cura la raccolta antologica Ruoli Maschili (con Roberto Moliterni e Claudio Maccari, 2015). Diventa co-fondatrice e direttrice artistica dell'Associazione Culturale Drakkar-Arti Sceniche, giovane realtà teatrale romana.
Nel 2017 approfondisce la scrittura seriale americana, frequentando il workshop con lo showrunner Neil Landau organizzato a Roma dalla UCLA e torna alla ricerca teorica lavorando al primo manuale italiano di scrittura tecnica sulla sceneggiatura, Formattare la sceneggiatura (con Roberto Moliterni e Claudio Maccari, Dino Audino Editore, 2018). Inizia nello stesso periodo a condurre laboratori di scrittura creativa.
Nel 2018 è una tra i 10 partecipanti del corso di Alta specializzazione Scrivere Cinema organizzato da Lucca Film Festival e Europa Cinema. Nello stesso anno esordisce come drammaturga con Fridericus (regia di Simone Ruggiero, debutto al Festival In Divenire 2018), testo ispirato alla figura dell'imperatore Federico II, e Sole (regia di Simone Ruggiero, debutto al Teatro Ivelise di Roma), un atto unico tutto al femminile, ironico ritratto della sua generazione fra disturbi d'ansia, incertezze e dipendenza dalla tecnologia.